Elezioni anticipate nel Regno Unito

Alessio Marchetti elezioni UK, news 1 Comment

La premier britannica Theresa May ha annunciato mercoledì 19 l’intenzione di indire elezioni anticipate con lo scopo (a sua detta) di fornire al Paese un governo rafforzato in vista delle negoziazioni per l’uscita dall’Unione Europea. Il cambio della sterlina con l’euro e con il dollaro, dopo una violenta caduta, si è apprezzato repentinamente. Comunque sia, stando ai sondaggi i Tories otterrebbero una salda maggioranza e visto che i fondamentali dell’economia non sono cambiati, è probabile che il cambio manifesti mean-reversion nelle prossime settimane.


Sul fronte obbligazionario, il rendimento di un titolo a 10 anni è salito di soli 5 bp circa, mentre la curva dei rendimenti non ha mostrato grandi variazioni rispetto a inizio marzo, con un aumento dei rendimenti legati all’inflazione (curva più bassa nel grafico). La variabilità continuerà probabilmente ad essere governata dall’andamento del negoziato Brexit piuttosto che dall’esito delle elezioni.

Comments 1

  1. Anche io penso che la variabilità delle curve dei rendimenti continuerà ad essere governata dall’andamento del negoziato Brexit piuttosto che dall’esito delle elezioni che sembrerebbe scontato. Ma se così non fosse? Se la May non vincesse le elezioni o le vincesse per poco che succederebbe? Anche tenendo conto che la Scozia è orientata diversamente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *