Watch out – settimana del 03/04/2017

obbligazioni watchout 0 Comments

Martedì 4 aprile

International Trade – lo US Department of Commerce pubblicherà le nuove stime sul commercio internazionale statunitense per il mese di febbraio. La stima di gennaio riportava un deficit tra importazioni ed esportazioni di beni e servizi pari a $ 48,5 miliardi; gli analisti si attendono un miglioramento del deficit a $ 44,5 miliardi. Il dato potrà influenzare il tasso di cambio del dollaro, con una tendenza all’apprezzamento del dollaro qualora la riduzione del deficit sia maggiore del previsto.

Bank of Japan – La Banca Centrale giapponese mostrerà i risultati del sondaggio Tankan sulle prospettive di inflazione del settore privato. Ancora alle prese con una debole inflazione e lontana dal target del 2% annuo, la crescita dei prezzi ha però mostrato un miglioramento in gennaio e febbraio rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+0,1% e +0,2%, rispettivamente) nell’indice che include il prezzo dell’energia ma esclude gli alimenti freschi.

Mercoledì 5 aprile

PMI Services Index – Pubblicazione del Markit Purchasing Manager Index (PMI) circa il settore terziario di molte economie avanzate (Stati Uniti, Eurozona, Francia, Italia, Germania, Russia). Pubblicato mensilmente, l’indice fornisce un’istantanea delle condizioni del mercato privato (stabili, migliori o peggiori) rispetto al mese precedente dal punto di vista dei manager aziendali.

Giovedì 6 aprile

Jobless Claim – Diffusione dei dati relativi al numero di nuove richieste di sussidio all’occupazione negli Stati Uniti. Il trend decrescente iniziato a metà 2016 ha mostrato una leggera correzione recentemente, attestandosi a 258 mila unità. Il consenso prevede un miglioramento a 250 mila unità.

Istat – Pubblicazione dell’Eurozone Economic Outlook per i primi tre trimestri del 2017. Nell’Outlook precedente, pubblicato in gennaio 2017 e riferito al IV trimestre 2016 e al I e II del 2017, gli investimenti erano dati in crescita ad un ritmo sostenuto, supportati dalle condizioni favorevoli sul mercato del credito. Nell’ipotesi di un prezzo del petrolio Brent stabile a $56 per barile e un tasso di cambio euro/dollaro intorno 1,05 dollari per euro l’inflazione era prevista in accelerazione nel periodo di previsione (+0,7% in T4 2016 e +1,5% nei primi due trimestri del 2017).

Eurostat – Verranno diffusi i dati trimestrali sulla bilancia dei pagamenti dell’Unione Europea, fondamentali per valutare la competitività dei Paesi membri e dell’Unione nel suo complesso verso il resto del mondo. Le stime forniranno un tassello in più per giudicare l’evoluzione delle partite correnti di Paesi quali Germania e Olanda (in eccessivo surplus commerciale, secondo i parametri UE) e altri in deficit quali Francia e Spagna.

Venerdì 7 aprile

Istat – Diffusione della nota mensile sull’andamento dell’economia italiana nel mese di marzo.

Eurostat – I nuovi dati dell’House Price Index mostreranno le variazioni di prezzo sugli immobili residenziali acquistati dalle famiglie.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *